Concorso internazionale di vini passiti - Accademia della Muffa Nobile

Il Cerusico, Sagrantino di Montefalco Passito 2005, dell’azienda Casale Rialto è stato premiato con la Menzione d’Onore al Concorso Internazionale dei vini passiti “Gran Palio della Signoria di Bentivoglio”.


I vini d’Italia 2007 - L'Espresso

Casale Rialto ha ricevuto il riconoscimento come miglior vino umbro nella categoria Sagrantino Montefalco DOCG nella guida “I vini d’Italia” 2007 a cura de L’Espresso.


Vinix Sagrantino Day International 2008

L’edizione 2008 del Consorzio di Tutela Vini Montefalco, ovvero il Sagrantino Day International, è stato organizzato in Puglia dalla Delegazione AIS Murgia.

L’evento si è tenuto in contemporanea in 21 città italiane ed in alcune città estere.
In occasione della serata, tenutasi presso il Park Hotel La Grave di Castellana Grotte, con la presenza di uno dei più esperti sommelier pugliesi, Baldassarre, si è proceduto
alla degustazione di un Rosso di Montefalco e di cinque Sagrantini di altrettante aziende vitivinicole (Casale Rialto, Signe, Moretti, Antonelli e Benincasa), alcuni vinificati in
barrique ed altri in botte.

Inoltre a fine serata sono stati offerti dei prodotti tipici umbri accompagnati da un altro Rosso di Montefalco.
Premessa l’alta qualità dei prodotti presenti, i due vini che secondo me sono risultati più interessanti sono stati quello di Antonelli, un Sagrantino 2004, e quello di Casale Rialto.
Il primo, molto complesso e fine, con sentori di liquirizia, mora, vaniglia e note speziate, era un vino fresco ed asciutto con un tannino non aggressivo che lo rendeva già molto
gradevole in bocca.

Il vino che in particolare mi ha sorpreso è stato il secondo, presentato da Casale Rialto, caratterizzato da bocca ampia, ricca, carnosa, da una notevole finezza olfattiva con
sentori di chiodi di garofano, anice stellato, humus e note minerali, con un tannino ancora molto giovane ma perfettamente apprezzabile.
Credo che sia un evento che debba essere preso a riferimento anche da molti altri Consorzi per dare visibilità ad altri eccellenti prodotti enologici italiani, che così come un
Brunello od un Barolo, risultano di notevole spessore ma non sono accompagnati da uno sforzo comunicativo che consenta loro di farsi apprezzare al di fuori dei confini
regionali.Penso ad esempio ai nostri vini pugliesi a base di Negroamaro, e quindi le tante DOC del Salento, o ancor più ai vini a base di uva Nero di Troia, prodotti nel Nord barese
e nel foggiano, che se ben lavorati nulla hanno da invidiare agli eccellenti vini che abbiamo degustato in occasione della celebrazione del Sagrantino.

Un’ulteriore conferma che questa sia la via giusta per far conoscere sempre più un vino, naturalmente accompagnata dal lavoro in cantina dei vignaioli e dalla salvaguardia del
territorio, nonché dal calore della gente, è testimoniato dal fatto che quello di Montefalco in breve tempo è divenuto il quinto distretto enoturistico italiano.

Pubblicato da:
Fabrizio Chetrì
Bari (BA)


ENOLOGICA 35 – Cantina Rialto Eventi in cantina

EVENTI IN CANTINA IN RELAZIONE AD ENOLOGICA 35 CHE SI SVOLGE A MONEFALCO DAL 19 AL 21 SETTEMBRE NEL CHIOSTRO DI SANT’AGOSTINO.

TUTTI E TRE I GIORNI SI POTRANNO FARE DEGUSTAZIONI CON VARIE TIPOLOGIE DI SIGARI CUBANI DALLE 14:00 ALLE 16:00 IN CANTINA IN FRAZIONE CASALELOCALITA’ RIALTO A MONTEFALCO.

CALICE DI MONTEFALCO SAGRANTINO PASSITO ANNATA 2007 + SIGARO CUBANO € 15,00
FONSECA HABANA
CUSANO ROBUSTO
CUSANO MAGNUM CORONA
CUSANO CORONA EXTRA
JOSE’ L. PIEDRA

CALICE DI MONTEFALCO SAGRANTINO PASSITO ANNATA 2007 + SIGARO CUBANO € 20,00
GRIFFIN’S 500
PARTAGAS
MONTECRISTO OPEN 15 REGATA TUBOS
CHOIBA SIGLO 1

PER INFO E PRENOTAZIONI
INFO@CASALERIALTO.COM
0742/622808


Olio d’oliva

Nella nostra azienda l’olio viene ricavato dalla molitura a freddo di olive delle cultivar Moraiolo, Frantoio e Leccino.
La raccolta, completamente manuale viene effettuata sulle alte colline sassose nel Comune di Giano dell’Umbria. L’olio ottenuto, di colore verde intenso, oltre alla sua assoluta genuinità e purezza, ha un profumo deciso ed un gusto gradevolmente amaro. L’intera produzione di olive è a denominazione di origine protetta e si estende per circa 7 ettari di oliveto.

Nome Prodotto: Olio extravergine d’oliva DOP Colli Martani
Zona di produzione: Comune di Giano dell’Umbria
Periodo di raccolta: al momento dell’invaiatura
Metodo di frangitura: impianto a ciclo freddo, in assenza di ossigeno
Metodo di conservazione: conservare il prodotto in luogo fresco, lontano da fonti di luce e calore.


Caratteristiche dell'olio di Casale Rialto

CARATTERISTICHE CHIMICHE
Acidità:
Numero perossidi:
Polifenoli:


L'oliveto di Casale Rialto


Rialto Azienda Agricola

Negli anni Cinquanta nasce come piccola produzione viticola ad uso familiare, poi nel 1998 l’azienda si struttura e acquista la denominazione di Cantina Rialto, nome ispirato all’omonima frazione in cui ha sede. Con una forte vocazione all’amore per il territorio e i suoi frutti, nel corso degli anni vengono realizzati nuovi impianti con vitigni di Sagrantino, Grechetto, Merlot, Sangiovese e Trebbiano.
Il vigneto aziendale è ad oggi di circa 8 ettari, ai quali si aggiunge un oliveto di 7 ettari.
Da oltre 15 anni Eraldo Dentici e suo padre portano avanti una lunga tradizione viticola tramandata di generazione in generazione, lavorando con cura la terra dei lori padri. L’impegno quotidiano nelle lavorazioni e la passione per la viticoltura hanno dunque permesso di realizzare il loro sogno: creare una piccola cantina dove il tempo si è fermato e le tradizioni passate si mescolano sapientemente con l’innovazione tecnologica.
Tutte le fasi della produzione vengono seguite direttamente dalla famiglia – dalla potatura alla raccolta, dalla vinificazione all’imbottigliamento – per cercare di esaltare le proprietà del frutto e ottenere vini di altissima qualità.
Nella zona del Comune di Giano dell’Umbria l’azienda possiede anche oliveti per la produzione di olio extravergine d’oliva a denominazione di origine protetta, con circa 1200 piante.
In un’ottica di sviluppo sostenibile, Cantina Rialto segue il protocollo della buona pratica agricola imposta dalla Misura Agro ambientale, che comporta la riduzione di fitofarmaci, concimi e altre sostanze nocive, nel rispetto dell’ambiente e dei prodotti finali.
Cantina Rialto è dunque un luogo in cui si possono assaporare superbi vini, rimanere affascinati dalle colline circostanti, rilassandosi al ritmo della natura per ritrovare nuovi spazi e profumi.